Storia del Baccarat: dalle Origini ad Oggi

storia del baccaratIl Baccarat è un gioco di carte famoso per la sua antichità il che lo rende affascinante e romantico agli occhi degli amanti del gioco d’azzardo, anche e soprattutto per la sua origine indefinita, un po’ misteriosa e contraddittoria, data dal fatto che è un gioco che si è sviluppato nel tempo, modificandosi in base alle aree geografiche cui approdava.

Sembra sia nato circa 700 anni fa e rappresentava il gioco preferito nei circoli aristocratici i quali possedevano il denaro ma non la cultura necessaria per apprendere un gioco complicato.

Secondo gli storici italiani, il Baccarat vede la luce in Italia ad opera di un usuraio di nome Lino Bussoli, il quale era alla ricerca di una nuova fonte di denaro, mentre i francesi ne rivendicano la paternità grazie ai cavalieri che facevano ritorno dalle guerre in Italia.

O ancora sembra sia stato creato da un tale Felix Falguiere nel XV secolo che creò il Baccarat ispirato da un rituale etrusco, il quale prevedeva un dado a 9 facce lanciato da una vergine preferibilmente bionda: con un 8 o 9, la giovane diveniva sacerdotessa; un 6 o 7 la bandivano; al di sotto del 6 la ragazza veniva affogata in mare.

Il termine Baccarat sembra derivi da un’antica parola italiana che ha come sinonimo “zero”, spiegando perché fare Baccarat voglia dire totalizzare un punteggio pari a zero, ossia il peggiore possibile.

Ovunque sia arrivato, il gioco del Baccarat ha subito modifiche nelle regole e nel nome; la variante maggiormente conosciuta del Baccarat è il Chemin de Fer, ideato dai francesi e che ha trovato grande riscontro anche in Inghilterra e oltre oceano dove fu conosciuto come un gioco adatto a coloro che desideravano giocare “forte”, su tali base nacquero anche le prime leggende, come ad esempio quella secondo cui un tizio di nome  Akio Kashiwagi riuscì a vincere 6 milioni di dollari in una sola sera, ma ne perse 10 milioni nella serata successiva.

origini del baccarat

Nel XIX secolo, il gioco del Baccarat attraversa l’Atlantico per sbarcare a Cuba inaugurando il periodo delle sue trasformazioni,

Prima chiamato Chemin de Fer, poi Punto Banco; fatto certo è che le regole iniziano a stabilizzarsi:

I giocatori fino a quel momento si alternavano nelle vesti del banco, successivamente le regole cambiano e prevedono che i giocatori restino tali e il banco sia un croupier, dando vita alla versione  del “Baccarat Americano”.

Com’è evidente non è semplice definire le origini di questo gioco, ma poco importa in quanto si è palesemente dimostrato essere il “re” dei giochi da casinò spopolando in ogni parte del mondo e confermando la sua internazionalità.

La sua grande popolarità spinse molti giocatori ad avvicinarsi a questo gioco; ovviamente il Baccarat nasce come gioco d’azzardo che ha creato un enorme giro di denaro il che ha fatto storcere il naso a colore i quali non potevano permettersi scommesse di tali portate; cosi fu introdotto il Mini Baccarat che segue le stesse regole base del gioco originale, ma prevede delle scommesse più modeste permettendo cosi a chiunque di giocare.

Tutti questi fattori hanno portato ad un aumento del numero di estimatori di questo gioco, incrementato ulteriormente dalla, quasi contemporanea, creazione dei casinò online.

Giocare al Baccarat online ovviamente garantisce maggiori vantaggi perché non è necessario percorrere grandi distanze per divertirsi e non sono necessarie puntate di grande valore grazie proprio alla presenza del mini Baccarat che porta il gioco alla portata di tutti gli appassionati di questo antico gioco, oltre alla possibilità di usufruire dei bonus offerti dai vari casinò online.